Gioielleria Menzani

All’insegna del LEONE, storica insegna di argenteria e gioielleria, nel 1874 di proprietà di Valentino Laurati occupa i locali in via Orefici 3 A e B, arredando il negozio con criteri per l’epoca molto moderni ed accoglienti, abbandonado quella che era la struttura della bottega orafa, più propensa all’attività di produzione, che all’accoglienza della clientela.
Quasi contemporaneamente si unisce nell’attività con Augusto Bracchi, valente commerciante di preziosi, fornendo sempre di pù assistenza alla clientela.
Ritiratosi il Laurati, Bracchi decide di mettersi in società con Giuseppe Menzani, già da alcuni anni collaboratore della società e specializzato nel ricercare in italia, germania e Francia i migliori prodotti da offrire alla clientela.
Nel 1905 Giuseppe Menzani, con il ritiro di Augusto Bracchi, acquisice il controllo della società e contemporaneamente amplia la vendita di orologi acquisendo le prime concessionidi marchi che stavano conquistando i polsi della gente e apre un secondo punto vendita in Piazza Vittorio Emanuele (ora Piazza Maggiore) sotto al portico delle fioraie.
Nel 1933, con la morte prematura di Giuseppe Menzani che era senza figli, l’attività passa al figlio del fratello, Pietro Menzani che aveva iniziato a collaborare con lo zio sin da giovanissimo, seguendo sia la produzione di gioielleria che di argenteria; giovanissimo si era stato per alcuni anni a specializzarsi a Milano nel commercio di pietre preziose e perle, ed era lì che aveva conosciuto alcuni dei più affermati e talentuosi produttori, acquisendo anche quello che era il gusto nuovo che si stava affermando, conosciuto come poi universalmente come futurismo e nella sua versione pratica che sviluppa in architettura con lo stile moderno.
Dopo qualche anni, ispirato da quell’ambiente culturare ed artistico, anche nei frequenti viaggi in giro per l’europa, progetta e realizza in collaborazione con l’ing Liporesi (progettista e titolare di un’azieda di costruzioni e annesso laboratorio di ebanisteria, che aveva realizzato alcuni dei più bei negozi dell’epoca), l’ampliamento e l’arredamento del negozio con canoni strutturali e concettuali per l’epoca nuovissimi: il risultato di quella ricerca è tuttora visibile. Alla morte di Pietro supraggiunta a soli 49 anni nel 1950, l’attività viene proseguita dalle figlie, Brunella ed Edda, le quali passeranno la mano nel 1990 a Pietro e Paolo Fantazzini, figli di Brunella.

Indirizzo:
piazza dei Martiri, 4/c
40065 Pianoro
Bologna Italia
Telefono: 051 776964